Movimento uniti per San Severo

Il direttivo del Movimento Uniti per San Severo si è riunito martedì 7 settembre presso la parrocchia di San Bernardino, per discutere ed affrontare un tema molto sentito in città: la sicurezza. Tante le storie, molte le proposte. C’è voglia di rivalsa, di non arrendersi all’inciviltà. La gente ha paura. Ma vuole collaborare con le Forze dell’Ordine per affrontare il degrado urbano e sociale. “Il problema sicurezza è ampio, difficile da affrontare. Ma non possiamo né vogliamo arrenderci – dice Enrico Pennacchio, presidente del Movimento Uniti per San Severo, che aggiunge – Presto, metteremo in atto alcune proposte e progettualità che faranno dialogare le diverse anime presenti sul territorio: scuola, sanità, servizi sociali, associazionismo, il mondo dello sport, Forze dell’Ordine, imprese”. Presenti all’incontro anche l’assessore con delega alla Polizia Locale di San Severo, Gigi Montorio, l’assessore con delega alla Polizia Locale di Torremaggiore, Ilenia Coppola, il commissario della Polizia Locale di San Severo, Felice Cafora, in rappresentanza del comandante Ciro Sacco. Tra gli argomenti trattati, ampio margine ha avuto il tema del bullismo e della microcriminalità, soprattutto minorile. Enrico Pennacchio Presidente

Condividi su